venerdì 8 giugno 2018

Pici alla Paolina


I pici sono un tipo di pasta fatta a mano, simili agli spaghetti ma più larghi, tipici del sud della Toscana, in particolare nella val d'Orcia, nella val di Chiana, sul Monte Amiata, nella Provincia di Arezzo fino a spingersi alla confinante provincia di Viterbo. In alcune zone sono detti anche "lunghetti" che secondo alcuni si differenziano per la presenza di uova e per essere stesi sulla spianatoia invece che tra le dita.

La ricetta tradizionale è semplice: acqua, farina e sale, le uova non ci sono altrimenti si tratterebbe di una pasta all'uovo diversa come le tagliatelle. La preparazione consiste nell'appiciare, cioè lavorare a mano la pasta tirandola (a differenza dei bigoli che sono trafilati al torchio) fino a creare uno spaghetto lungo e corposo.



In una larga padella far ammollare a fuoco vivace la pancetta affumicata con un filo d'olio, e poco prima che si strini allungare con un bicchiere di vino bianco



A vino ritirato aggiungere pomodorini dolci tagliati a cubetti e del doppio concentrato di pomodoro, riportare a bollore e allungare con poca salsa di pomodoro, salare, pepare e cospargere con un trito di peperoncino, cuocere a fuoco basso per il tempo di cottura dei pici



Poco prima che i pici siano pronti, aggiungere poca panna, io uso quella di soia, amalgamare e, dopo averli scolati ben a modo, aggiungere i pici e saltare per un minuto




mercoledì 2 maggio 2018

Braciole di maiale al forno con patate


Ungere una teglia coperta da carta forno, posizionare aghi di rosmarino, sopra mettere le braciole e le patate tagliate a tocchetti, coprire con altro olio, rosmarino, sale, pepe e aromi a piacimento.
Mettere in forno caldo a 200° per una ventina di minuti a seconda del forno, controllare la cottura delle patate con uno stecchino





domenica 24 dicembre 2017

Penne integrali al salmone



In una larga padella sciogliere due noci di burro con un filo d'olio
in una casseruola portare l'acqua a ebillozione


Quando il burro è sciolto aggiungere porro tritato fine


Mentre il porro imbiondisce tagliare il salmone affumicato a quadretti medi


Poco prima che il porro strini aggiungere i quadretti di salmone
intanto buttare la pasta


Abbassare la fiamma al minimo, quando i quadretti di salmone avranno cambiato colore
aggiungere crema sa cucina a base di soia


Scolare al pasta e aggiungerla al sugo e mescolare bene


Impiattare e spolverizzare con una macinata di pepe nero

venerdì 24 novembre 2017

Portafogli al crudo




Stendere le fettine di lonza

Coprire ogni fetta con una fetta di crudo

Cospargere il crudo con del formaggio grattugiato e una macinatina di pepe

Ripiegare le fette e fissarle con uno stecchino

Appena pronti salateli leggerissimamente

Mettete una padella antiaderente sul fuoco e appena è calda aggiungere i portafogli

Farli cuocere a fuoco alto, quando prendono colore girarli

Quando vi sembrano pronti servirli con verdura cotta


giovedì 19 ottobre 2017

Risotto zafferano e zucchine




Fare un trito di scalogno

In una larga padella mettere un filo d'olio, una noce di burro e il trito a far appassire

Nel frattempo tagliare un paio di zucchine a julienne
A scalogno imbiondito aggiungere le julienne
Cuocere a fuoco vivace e se necessario aggiungere brodo
Dopo 5 minuti inserire il riso a tostare
Ricoprire di brodo e continuare la cottura del risotto normalmente
A tre quarti di cottura aggiungere lo zafferano sciolto con poco brodo caldo
A cottura quasi ultimata aggiungere crema di riso per legare
Togliere da fuoco e mantecare con una noce di burro e una grattugiata di formaggio



venerdì 8 settembre 2017

Risotto rossonero lenticchie e salsiccia allo yogurt


pesare il riso nero
pesare il riso normale, doppio del nero

scaldare acqua con due dadi (o brodo buono)

in un misto di olio EVO normale e aromatizzato all'aglio e una
noce di burro far appassire uno scalogno tritato fine

nel frattempo sgranare una salsiccia

a scalogno passo aggiungere la salsiccia con due dita di vino

quando la salsiccia e ben rosolata aggiungere i risi a tostare

appena tostati aggiungere l'acqua di conservazione delle lenticchie

poi coprire con il brodo

quando il brodo è completamente assorbito aggiungere le lenticchie

e ricoprire nuovamente con brodo

quando anche questo brodo si è ritirato inserire uno yogurt bianco
mescolare, cuocere un minuti e poi lasciare mantecare